Global Service UIL 2000 srl

Bonus Luce, Gas e Acqua 2018

Il bonus luce e gas 2018 è un’agevolazione, della durata di 12 mesi, che riconosce uno sconto sulla bolletta per la fornitura dell’energia elettrica e del gas naturale, mirata ad aiutare le famiglie disagiate. Per usufruire dell’agevolazione sulla fornitura dell’energia elettrica è fondamentale, innanzitutto, essere in possesso di un reddito ISEE basso, il quale non deve superare € 8.107,50. Per le famiglie con più di 3 figli a carico, riconosciuta quindi come “famiglia numerosa” dalla normativa sul bonus, il limite del reddito ISEE sale fino a € 20.000,00. Tale agevolazione è disponibile solo per i clienti domestici (imprese, professionisti, ditte individuali o società non possono avvalersene) che hanno installato, nella propria abitazione di residenza, un contatore elettrico fino ai 3 kw per le famiglie con massimo 4 persone e a 4,5 kw per quelle con un numero maggiore di residenti. Esiste anche un bonus luce per disagio fisico, cumulabile con il bonus luce per reddito basso: tutti i clienti domestici che in casa hanno una persona costretta all’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per la sopravvivenza della persona, avranno diritto a trarne beneficio. In tal caso sarà basilare farsi rilasciare dalla ASL un certificato sanitario che attesti l’indispensabilità di utilizzare tali apparecchiature, il tipo e l’indirizzo presso il quale è installata, oltre alla data di installazione e di inizio all’uso da parte del paziente. Per quanto riguarda il bonus gas, come per quello luce, sarà disponibile per tutti i clienti domestici che hanno intestata una fornitura di gas naturale nella casa di residenza, dunque non avrà valenza per coloro che sono forniti da gas in bombola o a GPL. Requisito principale sarà sempre l’ISEE pari o inferiore a € 8.107,50 (con limite di € 20.000,00 per le famiglie con più di 3 figli a carico) e il contatore del gas non superiore a G6. Si ricorda che per presentare una nuova “domanda bonus speciale”, sarà necessario ottenere la Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) dell’anno in corso completa del valore ISEE. Il rilascio di tale documento avviene solitamente in circa 10 giorni lavorativi e può essere richiesto all’INPS; pertanto, se il bonus sociale è prossimo alla scadenza, si consiglia di tenere in considerazione i suddetti tempi di rilascio. In ogni caso un eventuale ritardo non farà decadere il beneficio, ma ne sposterà solamente la data di attivazione.

Bonus ristrutturazioni edilizie

Prorogato fino al 31 dicembre 2018 il bonus per le ristrutturazioni edilizie. La proroga consiste nella detrazione del 50% dall’IRPEF, per unità immobiliare, fino ad un massimo di 96 mila euro. Infatti, senza la proroga, per i lavori di ristrutturazione edilizia la detrazione ordinaria sarebbe del 36% ed il limite massimo di 48 mila euro. Il costo stimato per il 2018 in mnaovra è di 125,5 milioni di euro. Nel 2016 (anno di imposta 2015, ultimo dato disponibile), coloro che hanno usufruito della detrazione sono stati 8,2 milioni di contribuenti con una detrazione pari 4,7 miliardi di euro (570 euro pro capite).

Bonus efficientamento energetico

E' stata prorogata al 31 dicembre la detrazione per gli interventi per l’efficientamento energetico, ma con una novità che riguarda gli infissi e le caldaie. Per queste la manovra di bilancio fa scendere la detrazione dal 65% al 50%. La manovra stima in 72,2 milioni di euro i costi per il 2018. Mentre per gli altri interventi la detrazione fiscale (IRPEF o IRES), resta tra il dal 65% e il 75%. Nel 2016 (anno di imposta 2015, ultimo dato disponibile), coloro che hanno usufruito della detrazione sono stati 1,8 milioni di contribuenti con una detrazione pari 1,8 miliardi di euro (600 euro pro capite).

Bonus acquisto mobili

E' stato prorogato al 2018 il bonus per l’acquisto dei mobili fino ad un di 10 mila euro. La manovra stima in 43,5 milioni di euro i costi per il 2018. E’ una detrazione del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. Nel 2016 (anno di imposta 2015, ultimo dato disponibile), coloro che hanno usufruito della detrazione sono stati 1,8 milioni di contribuenti con una detrazione pari 1,8 miliardi di euro (600 euro pro capite).

Bonus Abbonamenti Trasporto Pubblico

La manovra introduce la detrazione del 19% delle spese sostenute per l’acquisto di abbonamenti ai servizi del trasporto pubblico, per un importo massimo di 250 euro annui. Si possono stimare circa 2,1 milioni di beneficiari con un costo stimato per il 2019 di 98,3 milioni di euro e per il 2020 di 58 milioni di euro.

Bonus Pollice Verde

La manovra introduce per l’anno 2018 una detrazione IRPEF pari al 36% delle spese documentate fino ad un massimo di 5 mila euro per unità immobiliare, per la “sistemazione a verde” di aree scoperte perivate di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi, realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. La manovra stima in 430 mila i potenziali beneficiari per il 2018 con una spesa di 6,5 milioni di euro per il 2018, 69,1 milioni di euro per il 2019 e di 43,2 milioni di euro per il 2020.